www.inps.it - News Informazioni

inps.it
  • Per rendere ancora più efficaci i servizi INPS è necessario che gli utenti, nell’utilizzo dei canali di posta elettronica dell’Istituto (casella di posta elettronica certificata - casella di posta elettronica degli uffici) e del fax, forniscano, in aggiunta alla richiesta di informazioni, anche i seguenti dati anagrafici, utili alla tempestiva e corretta individuazione della richiesta: nome cognome codice fiscale. L’INPS, nel trattamento dei dati personali, garantisce la sicurezza e la riservatezza nel rispetto delle previsioni del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

  • La circolare INPS 2 marzo 2018, n. 40 ha fornito indicazioni sull’esonero contributivo, introdotto dalla legge di bilancio 2018, per le nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti effettuate dal 1° gennaio 2018. Il messaggio 20 aprile 2018, n. 1704, a integrazione della circolare, comunica l’istituzione del codice E9 per dichiarare l’esonero “per assunzioni e trasformazioni a tempo indeterminato riguardanti giovani che, nei sei mesi precedenti, abbiano svolto presso il medesimo datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione”. Il messaggio, inoltre, fornisce le indicazioni per la compilazione del flusso DMAG per i datori di lavoro agricolo che vogliano usufruire dell’esonero contributivo.

  • Nell’ambito del concorso pubblico, per titoli ed esami, a 365 posti di analista di processo - consulente professionale nei ruoli del personale dell’INPS, area C, posizione economica C1, sono stati pubblicati gli esiti della valutazione dei titoli dei candidati ammessi alle prove orali e il calendario delle prove orali. È possibile consultare gli atti del concorso nella sezione Concorsi.

  • Sono stati pubblicati i dati di febbraio 2018 dell’Osservatorio sul precariato. Le assunzioni nel settore privato, nel periodo gennaio-febbraio 2018, sono state 1.139mila: in aumento del 19,3% rispetto allo stesso periodo del 2017. In crescita tutte le tipologie contrattuali: contratti a tempo indeterminato +8,4%, contratti di apprendistato +23,2%, contratti a tempo determinato +15,2%, contratti stagionali +12,2%, contratti in somministrazione +26,5% e contratti intermittenti +85,3%. Nei primi due mesi dell’anno è confermato un forte aumento delle trasformazioni da tempo determinato a indeterminato (83mila): +79,5% rispetto al periodo gennaio-febbraio 2017. In contrazione risultano invece i rapporti di apprendistato confermati alla conclusione del periodo formativo (-18,5%). Le cessazioni sono state 844mila, in aumento rispetto all’anno precedente (+14,8%): a crescere sono le cessazioni di tutte le tipologie di rapporti, in particolare a tempo determinato e somministrazione. Fanno eccezione i rapporti a tempo indeterminato (-7,1%). La consistenza dei rapporti di lavoro Nel periodo gennaio-febbraio 2018, nel settore privato, si registra un saldo tra assunzioni e cessazioni pari a +296mila, superiore a quello del corrispondente periodo del 2017 (+220mila). Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi) a febbraio 2018 risulta positivo e pari a +539mila, in crescita rispetto a quello registrato a gennaio (+527mila). Questo saldo rimane ancora negativo per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato (-82mila), seppur in miglioramento per il secondo mese consecutivo. Continuano, invece, i segnali di rafforzamento per l’apprendistato (+66mila) e per l’intermittente (+124mila). Rimane positivo, anche se in decelerazione, l’andamento dei contratti a tempo determinato (+369mila) e dei contratti di somministrazione (+58mila). Il lavoro occasionale L’articolo 54-bis decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50 ha disciplinato le nuove prestazioni di lavoro occasionale: Contratto di Prestazione Occasionale (CPO) e Libretto Famiglia (LF). Per quanto riguarda i Contratti di Prestazione Occasionale, a partire da novembre 2017 la consistenza dei lavoratori impiegati si è attestata tra le 15mila e le 20mila unità, con un importo mensile lordo medio di circa 300 euro. Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia, a febbraio 2018 si sono superati i 4mila lavoratori impiegati, con un importo mensile lordo medio di poco superiore a 200 euro.

  • L’INPS ha avviato una indagine di mercato finalizzata alla ricerca di un immobile da locare e destinare a sede della Filiale metropolitana nel territorio del Comune di Pozzuoli. I requisiti dimensionali dell’immobile da locare, le sue caratteristiche, nonché le modalità di partecipazione all’indagine sono dettagliati nel relativo avviso, pubblicato nella sezione “Avvisi, bandi e fatturazione” insieme alla documentazione da presentare (disponibile tra gli allegati a lato). La proposta di locazione dovrà arrivare alla Direzione di coordinamento metropolitano INPS di Napoli entro il 31 maggio 2018.

  • Pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni marzo 2018. Il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate a marzo 2018 è stato di 21,9 milioni, in diminuzione del 40,9% rispetto allo stesso mese del 2017 (37,1 milioni). Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di: Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono state 9,8 milioni, in diminuzione del 7,5% rispetto a marzo 2017 (10,6 milioni). Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) sono state 11,8 milioni, in diminuzione del 41,7% rispetto a marzo 2017 (20,2 milioni). Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono state 0,4 milioni, in diminuzione del 94% rispetto a marzo 2017 (6,3 milioni). A febbraio 2018 sono state presentate 107.967 domande di NASpI. Nello stesso mese sono state inoltrate 438 domande di ASpI, mini ASpI, disoccupazione e mobilità, per un totale di 108.405 domande, in aumento del 2,3% rispetto a febbraio 2017 (105.987 domande). In allegato all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è stato pubblicato il focus marzo 2018.

  • Nella ricorrenza dei 120 anni dalla sua fondazione, l’INPS promuove iniziative volte alla valorizzazione dei propri archivi storici. I dati e i documenti presenti, infatti, possono offrire materiali molto importanti per la realizzazione di progetti di ricerca finalizzati allo studio della dinamica salariale, delle disuguaglianze di genere e dei divari territoriali nel corso dei decenni precedenti e successivi al secondo conflitto mondiale, in cui l’economia italiana ha visto realizzare profonde trasformazioni che hanno portato il Paese da società agricola a industriale. A tal fine si avvia la procedura di selezione, attraverso la pubblicazione del bando, per la graduatoria di idonei per l’assegnazione di borse di studio VisitInps Fellowship, rientranti nell’ambito del progetto VisitInps Scholars, finalizzato alla valorizzazione degli archivi storici dell’Istituto. I progetti di ricerca oggetto delle borse di studio (il cui numero sarà determinato dall’INPS sulla base delle risorse finanziarie disponibili) dovranno essere inerenti al tema “L’impatto dell’INPS sul benessere e sulla distribuzione del reddito in Italia nel corso degli ultimi 120 anni – Valorizzazione degli archivi storici”.

  • Sono 1.736 le domande di anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APE Volontario) presentate attraverso il servizio online presente sul sito dell’Istituto. Secondo l’ultima recente rilevazione, su 1.736 domande presentate, 1.242 riguardano la richiesta di ratei arretrati maturati. La domanda di accesso all’APE Volontario comprende la proposta del contratto di finanziamento, la proposta di contratto di assicurazione contro il rischio di premorienza, l’istanza di accesso al fondo di garanzia e la domanda di pensione di vecchiaia.   Le procedure per richiedere l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica Nella domanda il richiedente deve indicare l’istituto finanziatore cui richiedere il prestito e l’impresa assicurativa cui richiedere la copertura del rischio di premorienza. Per l’invio della domanda di accesso è richiesto l’utilizzo dell’identità digitale SPID almeno di secondo livello. Coloro che hanno maturato i requisiti di accesso all’APE Volontario nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 18 ottobre 2017, al fine di ottenere l’anticipo finanziario comprensivo dei ratei arretrati maturati, avrebbero dovuto presentare la domanda di accesso entro il 18 aprile 2018. In seguito a tale data, i soggetti in possesso della certificazione del diritto e dei requisiti previsti dalla disciplina normativa potranno comunque presentare la domanda di accesso all’APE Volontario, con decorrenza dell’anticipo finanziario dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della relativa domanda.   Il simulatore online Dal 13 febbraio è presente sul sito dell’Istituto un simulatore online che consente di calcolare, in via del tutto indicativa, l’importo dell’anticipo finanziario a garanzia pensionistica, la durata dell’APE e la rata di rimborso mediante l’inserimento di dati e informazioni personali dell’interessato. Ad oggi risultano effettuate circa 216mila simulazioni. Risultano, invece, accolte 11.249 domande di certificazione del diritto. La domanda di certificazione del diritto all’APE dev’essere presentata all’INPS dall’interessato o dagli intermediari autorizzati attraverso l’uso dell’identità digitale SPID o il PIN dell’INPS. Una volta verificato il possesso dei requisiti di legge, l’Istituto certifica il diritto all’APE e comunica al richiedente l’importo minimo e massimo del prestito ottenibile.

  • È stato pubblicato il bando di concorso del Progetto Archimede – Master in “Entrepreneurship” 2018-2019, finalizzato alla creazione di start up. Il concorso conferisce 80 borse di studio per la partecipazione a master universitari di I livello, da attivarsi sul territorio nazionale, e corsi equivalenti promossi da atenei all’estero. Possono partecipare ai master i figli o orfani di dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (Fondo Credito), nonché i figli o orfani di pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici che siano in possesso dei requisiti previsti dal bando. La domanda deve essere presentata, esclusivamente per via telematica, dalle 12 del 29 maggio alle 12 dell’11 giugno 2018.

  • Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 28 marzo 2018 ha indicato i Tassi Effettivi Globali Medi (TEGM) praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari nel 2° trimestre 2018, ovvero nel periodo dal 1° aprile al 30 giugno.  Il messaggio 13 aprile 2018, n. 1628 riporta i tassi soglia del Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) da utilizzare per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione.